27 agosto 2013

limoncello fatto in casa

la idéntica receta en Argentina icon 
Visto che nella vita non si vive di solo "pasta"....(dice mio fratello) mi sembra più che appropriata questa ricetta che, molto generosamente, mia cognata ha insegnato a tutta la mia famiglia nei vari viaggi che hanno fatto venendomi a visitare. Lei è una bravissima maestra, sopratutto in questa preparazione, e con il suo permesso, adesso io la condivido con voi.

 Il vero Limoncello nasce nella regione della Campania sul mediterraneo e la sua paternità se la litigano tra gli abitanti di Sorrento, di Amalfi e di Capri, ricetta che si sono tramandati di generazioni in generazioni; però una cosa è più che certa per fare un Limoncello originale sono necessari i limoni della penisola di Sorrento e chi ha avuto la fortuna di visitare quei posti sa benissimo il perché: mare, sole e tanti profumi mischiati con l'aroma ed il colore dei limoni.
Però noi ci accontenteremo di farlo con i limoni della nostra zona. Due cose saranno fondamentali: trovare limoni che non siano trattati con prodotti chimici e che abbiano una buccia un po' spessa.

Adesso vediamo gli ingredienti che ci serviranno:
                    4 limoni; 400 gr. di zucchero, ½ litro di alcool puro a 95°; 1 litro di acqua.

Cominciamo con lavare bene i limoni, possiamo aiutarci delicatamente con una spazzola. C'è chi li lascia in ammollo per alcuni minuti in acqua con un pizzico di bicarbonato di sodio. Li asciughiamo bene e cominciamo con la parte più importante e fondamentale per ottenere un buon risultato:  con un coltello ben affilato andremmo a tagliare solo la parte gialla della buccia che metteremo in un recipiente, rigorosamente di vetro, e sopra ci versiamo l'alcool. Mischiamo bene, copriamo e lo faremo macerare per circa 10 giorni in un posto fresco e scuro.




Ognuno ha la sua idea di come coprire il recipiente: chi sceglie un recipiente con chiusura ermetica; chi lo copre con un panno e chi con la pellicola trasparente.
Qualsiasi sia il metodo che sceglierete la cosa importante sarà che dovrete agitarlo una volta al giorno.  Vedremo che ogni giorno che passa l'alcool diventerá sempre più giallo e i nostri limoni sempre più bianchi.
Trascorsi 10 giorni lo andremmo a filtrar e prepareremo lo sciroppo:
Faremo bollire il litro di acqua e andremo incorporando i 400 gr di zucchero girando  fino a quando non si scioglierà completamente, spegniamo il gas e lo lasciamo raffreddare.
A questo punto mischiamo lentamente l'alcool filtrato con l'acqua e lo zucchero preparato e lo faremo amalgamare bene. Con l'aiuto di un imbuto, imbottiglieremo il nostro liquore che lasceremo riposare per una settimana sempre in un posto fresco e scuro.

Trascorso  questo tempo avremo finalmente il nostro limoncello pronto per essere bevuto, il consiglio è di metterlo in frigo alcune ore prima: il limoncello va bevuto ben freddo.

Se mi permettete un'altro consiglio, lasciate alcuni bicchierini da parte che vi serviranno, insieme alla crema di limoncello che vi insegnerò e le fragole che avete ottenuto, per fare una buonissima ricetta che vi darò più avanti!!!
Chin Chin!!!!

Nessun commento:

Posta un commento