20 marzo 2018

sagne fatte in casa, pasta abruzzese senza uovo





Nella cucina tradizionale abruzzese vi è un piatto che non può mai mancare: le sagne o sagnette. Nel chietino prende il nome di sagne a pezze o tacconelle, ed il loro formato è diverso, sono più grandi ed a forma romboidale, e per lo più sono condite asciutte, con sughi di carne.
Una pasta semplice, della cucina povera dei tempi passati, fatta con solo farina di grano duro, acqua ed un pizzico di sale.
Ricordiamoci che in passato, in ogni casa, si ammassava tutti i giorni; non c'era la possibilità economica di comprare, come non c'erano neanche tanti prodotti in commercio né tanti negozi, sempre per lo stesso motivo di prima!
Le sagne erano un piatto di tutti i giorni, alla portata di ogni famiglia, e si lasciava solo per la domenica o i giorni di festa la pasta fatta con l'uovo, considerato un piatto ricco.
L'assenza di uova la rende, a tutti gli effetti, una pietanza da essere utilizzata nella cucina vegana di oggi.... come cambiano i tempi!!!

Gli ingredienti che ci servono per 1 persona sono:

Farina di grano duro (oppure mista con farina di semola) 100 gr; acqua 50-60 ml; sale fino.
Considerate però che se scegliete di preparare un primo brodoso, tipo sagne e fagioli, le dosi a persona si dimezzano quasi.

Su di una spianatoia formiamo una fontana con la farina, a cui precedentemente avremmo aggiunto un pizzico di sale fino. Al centro versiamo un poco d'acqua ed iniziamo a lavorare con le mani, aggiungendone ancora quanto basta per ottenere un impasto omogeneo, che non deve essere né troppo duro né troppo elastico.
L'accortezza di aggiungere l'acqua un poco alla volta ci serve per capire effettivamente quanta ci servirà.


Una volta ottenuta un palla liscia la spolveriamo con un pugnetto di farina e la lasciamo riposare per circa 30 minuti coperta con un telo.


Tagliamo l'impasto in 2-3 porzioni (dipende da quanto è grande) e le stendiamo con un mattarello o con la macchinetta, di uno spessore medio; la cosa importante è che la sfoglia non deve essere sottile. Tagliamo successivamente le sfoglie in strisce alte circa 2 - 2,5 cm e le lasciamo seccare per circa 15 minuti.


Spolveriamo 5-6 strisce con della farina, una a una, affinché non si attacchino, le sovrapponiamo e con l'aiuto di un coltello le tagliamo a striscioline di 0,5 cm di larghezza. Spolveriamo le sagne con un poco di farina, di modo tale che non si attacchino, le lasciamo riposare e...

PREPARIAMO IL CONDIMENTO....!!!

Nessun commento:

Posta un commento