30 settembre 2018

torta con yogurt e dulce de batata

la idéntica receta en Argentina icon

Devo ringraziare a mia sorella, la "pasticcera", che mi ha dato la ricetta di questa torta con la quale ho fatto un figurone ... sicuramente non per l'aspetto, è una torta molto semplice, non solo nella sua preparazione, però il sapore è unico.
Se non trovate l'ingrediente primario: "dulce de batata con cioccolato" (dolce argentino di  patate americane o patate dolci) e se non avete neanche voglia di farlo voi, potete sostituirlo con i mirtilli.
Naturalmente il sapore sarà diverso, però rimarrà identico il gusto dell'impasto che è squisito!!!

Gli ingredienti che ci servono sono:

zucchero 220 gr; farina 225 gr; lievito in polvere 1 bustina; burro 150 gr; uova 2; yogurt naturale bianco 140 gr; dulce de batata al cioccolato 150 gr; buccia grattugiata di 1 limone; essenza di vaniglia qualche goccia; zucchero a velo. 


Lavoriamo con la frusta il burro morbido con lo zucchero. Aggiungiamo un uovo a la volta, lavorando bene, per poi versarci lo yogurt.
Mischiamo la farina con il lievito in polvere e incorporiamo un poco alla volta al composto, aiutandoci con una spatola e facendo dei movimenti dal basso verso l'alto.


Una volta amalgamato bene ed ottenuto un impasto omogeneo aggiungiamo il dulce de batata tagliato a tocchetti. Versiamo in uno stampo di 24 cm di diametro,  imburrato ed infarinato, e cuociamo in forno caldo a 180° per circa 35 minuti.


Una volta raffreddata la nostra torta la ricopriremo con lo zucchero a velo.
Se poi vogliamo dargli un tocco in più e non avete i dischi decorativi che si vendono e non avete il tempo di crearlo voi ritagliando della carta, possiamo benissimo utilizzare un normale centrino all'uncinetto ed il gioco è fatto, e...

BUENA GHIOTTONERIA PARA TODOS!!!

17 settembre 2018

vivo - renato zero

si quieres leerlo en Argentina icon



Cantautore, showman, ballerino italiano (Roma 30 septiembre 1950). 
Canzone trattdall'album "Zerofobia" del 1977.
Per ascoltarla cliccare qui

15 settembre 2018

tiramisù ai fichi

la idéntica receta en Argentina icon


Ho tante cose da raccontarvi: luoghi visitati e le sue storie; nuovi amici che sono arrivati nella Granja; le proprietà di tante erbe raccolte, seccate e pronte all'uso; nuove ricette preparate ... solo che il tempo per farlo è zero 0⃣
Però non posso non postare questa delizia prima che finisca il periodo dei fichi. Se siete dei golosi di tiramisù, anche in ogni sua variante ( tiramisù con fragole e crema di limoncello; tiramisù con cachi, cannella e amaretti) dovrete assolutamente provarlo!!!

Gli ingredienti che ci servono sono:

fichi 8 ; savoiardi 8-10 (a seconda delle coppette); mascarpone 250 gr; zucchero 40 gr + 2 cucchiai; uova 2; buccia di 1 arancia e di ¼ limone; vino passito.


La prima operazione da fare sarà quella di caramellare 4 fichi: li tagliamo a rondelle con tutta la buccia; disponiamo i fichi in un tegame, spolveriamo con 2 cucchiai di zucchero e le bucce di arancia e limone. Li irroriamo con 2-3 cucchiai di vino passito e 1 cucchiaio di acqua e lasciamo macerare per alcune ore.
A quel punto passiamo il tegame con i fichi a sbollentare a fuoco medio per 1 minuto, poi lo trasferiamo in forno già caldo a 180° per circa 10', il tempo di farli caramellare.

Prepariamo la crema battendo bene i rossi con 40 gr di zucchero, aggiungiamo il mascarpone, incorporiamo per bene ed infine aggiungiamo le chiare montate a neve. Giriamo molto delicatamente fino a che diventi una crema omogenea. Per ultimo uniamo 4 fichi sbucciati e tagliati piccoli e amalgamiamo con dei movimenti avvolgenti.

Bagniamo i savoiardi con il vino passito mischiato con una piccola quantità di acqua e con essi foderiamo il fondo delle coppette e sopra ci versiamo la crema di mascarpone e fichi. Portiamo le coppette in frigo per alcune ore.
Prima di servire decoriamo con i fichi caramellati, una spolverata di cacao amaro e...........

BUENA DELIZIA DEL PALATO!!!!

14 settembre 2018

pasticcio di bietole e pane

la idéntica receta en Argentina icon



Ogni giorno mi stupisco sempre di più nel constatare quanto rimango lontana anni luce dal modo di vivere, di agire e di sentire del mondo attuale. Non dico società, visto che la società dovremmo essere noi, quindi dovrei farci parte anch'io ... ed io non ne faccio più parte da tanto ormai.
Io rientro in quella categoria che ancora si emoziona sentendo il profumo del pane appena sfornato, che riporta alla mente una miriade di ricordi e non solo dell'infanzia.
E' un profumo che rievoca la vita, dagli albori della nostra specie fino ad oggi; è quel calore di unione e famiglia; è il vero nutrimento che sazia la fame; è condivisione con il prossimo; è ...
E sentendo mio il proverbio: " il pane di ieri è buono domani", lo gusto fino all'ultima mollica,  e se proprio non riesco più a morderlo lo rigenero in un'altra pietanza, come questo pasticcio.

Gli ingredienti che ci servono sono:

bietole 1 kg; pane raffermo a fette 200 gr; formaggio grattugiato 40 gr; uova 2; certosino 100 gr; pangrattato per spolverare; aglio 1 spicchio; olio d'oliva; sale.
Il formaggio certosino può essere sostituito con della mozzarella tagliata a cubetti.

Mondiamo le bietole, le tagliamo piccole e le laviamo più volte; senza scolarle completamente le mettiamo in un tegame e le facciamo cuocere coperte a fuoco medio fino a quando si appassiranno, girandole ogni tanto. Scoliamo le bietole ed una volta raffreddate le strizziamo fino a che eliminino tutta l'acqua.


Facciamo ammorbidire le fette di pane in una ciotola contenente acqua tiepida per circa 10-15 minuti; le strizziamo per bene e le sbricioliamo grossolanamente.
In un tegame facciamo saltare le bietole per qualche minuto con dell'olio d'oliva ed uno spicchio d'aglio, che poi andremmo a togliere; aggiungiamo il formaggio grattugiato, il certosino, saliamo ed amalgamiamo bene.
Una volta raffreddato incorporiamo il pane sbriciolato e le due uova sbattute amalgamando il tutto.


Irroriamo con dell'olio una pirofila da forno, oppure degli stampini individuali; spolveriamo con del pangrattato e riempiamo con il composto livellandolo. Irroriamo la superficie con dell'olio d'oliva e portiamo in forno già caldo a 200° per 30-40 minuti circa.


Servitelo caldo, ma anche tiepido o freddo il giorno dopo, come sia sia è sempre buono, e ...

BUEN PROVECHO PARA TODOS!!!