13 luglio 2013

Come fare la pasta all'uovo - Impasto base




la idéntica receta en Argentina icon
Sono mesi che immagino come cominciare, che dire, che raccontare, come continuare.....in quanto a fantasia nessuno mi supera!!!!!, però come dice mia nipote "metterlo in pratica è tutta un'altra faccenda!!"
E se continuo a crearlo solo nella mia mente, questa avventura non comincerà mai.......
Credo che sia come accadde quando devi tagliare la prima fetta di un timballo......toglierla dalla teglia e servirla nel piatto è tragico, già con le porzioni successive migliora nettamente la situazione...speriamo che sia la stessa cosa per me con il blog!!!!! 
E quindi, senza più pensarlo, ne sognarlo più, cominciamo, e qual è il piatto che più rappresenta la cucina italiana: " LA PASTA"...... la mia passione in assoluto. 

Quello che ci servirà per fare questa ricetta è:

 Uova, farina e sale fina
Teniamo presente che per ogni persona, normalmente, si calcola 1 uovo. 
Per ogni uovo ci vorrà 100 gr di farina, più o meno. 

Prima di tutto dovremmo fare una fontana con un po' di farina, non tutta però, visto che non sappiamo quanta ci occorrerà effettivamente... mi hanno insegnato che è la pasta ha decidere quanta farina vuole!!!!
Adesso romperemo le uova che metteremo dentro il cratere e,  aggiungendo un pizzico di sale, le sbatteremo con una forchetta e lentamente andremo incorporando la farina,  partendo sempre prima dalla parte interna verso l'esterno.


La lavoriamo bene con le mani, se occorre aggiungiamo altra farina,  fino ad ottenere un impasto a forma di palla ben liscia.

La lasciamo  riposare, coperta con un telo bianco, per un quarto d'ora.... ha lavorato troppo!!!
 
A questo punto tagliamo dei pezzi di impasto e con il mattarello li stendiamo per bene, se dovessimo vedere che si attacca sul matterello o sulla tavola, aggiungiamo un po' di farina stendendola bene sulla massa sia nella parte superiore che in quella inferiore. 



Naturalmente questa operazione si svolge molto più velocemente e con meno sforzo se adoperiamo le macchinette per fare la pasta!!!!
Una volta che la abbiamo stesa bene, la lasciamo riposare, sempre coperta da un telo, per 10 minuti, più o meno, affinché la massa si asciughi un tantino. 
Adesso abbiamo l'impasto pronto per poter tagliarla in tutti i modi che più ci piacciano: per fare le tagliatelle, i maccheroni alla chitarra, i quadrucci, le fregnacce, le lasagne, i timballi, i cannelloni ed ogni altra varietà, come le pappardelle ripiene, e ....... 

Credo che,  come lavoro,  mi è stato molto più facile la prima volta che ho ammassato ai miei 10 anni che cercare di descriverlo qui!!!!
E allora..... incrociando le dita.......premiamo:  "PUBBLICARE".  

Nessun commento:

Posta un commento