20 aprile 2015

boccioli di grespino sott'aceto

la idéntica receta en Argentina icon

Continuando a curiosare, sui miei libri, le abitudini, usi e costumi delle erbe spontanee che in questo periodo stanno popolando i dintorni, ho fatto una scoperta che mi ha incuriosito...... ho approfondito ancora di più consultando i miei libri e......ho subito messo alla prova!!

Ho scoperto quest'erba arrivando qui nella Granja, sinceramente non l'avevo mai sentita nè mangiata e, come con tante altre cose che ho assaggiato poi, non immaginavo quale delizia mi ero persa. Sto parlando del "Sonchus oleraceus", in italiano meglio conosciuto come il grespino che da queste parti viene mangiata sia in insalata che cotta.

Ma mai avrei pensato che venissero usati pure i boccioli che, per quello che ho letto, preparati in questo modo possono molto bene sostituire i capperi....
Dato che la curiosità è donna, ho dovuto provare, e se siete curiose come me vi dico subito come fare prima che fioriscano e non siano più utilizzabili.

Ci occorrono: boccioli di grespino; aceto bianco e acqua nella stessa proporzione; sale.
Dato che non ho un idea del risultato, come al solito, ho provato con delle piccole quantità:

Ho raccolto 30 gr. di boccioli ancora chiusi e con un colorito verde non troppo scuro che ho lavato ed ho messo ad asciugare su un panno bianco.  Ho fatto bollire 100 gr di aceto e 100 gr. di acqua con un pugnetto di sale grosso ed ho aggiunto i boccioli di grespino che ho fatto cuocere per 2-3 minuti. Ho spento il fuoco, ho controllato che non ci fossero dei boccioli che si fossero aperti lasciando vedere il fiore, nel qual caso andranno tolti, e gli ho versati con il liquido dentro ad un barattolino chiudendo ermeticamente e capovolgendolo.


Con queste dosi ho ottenuto un barattolino con capacità di 80 gr.  ed uno più piccolo di circa 30 gr.....per sapere il risultato dovrò aspettare 15 giorni prima di assaggiarlo e........
VI FARÓ SAPERE..... 

Nessun commento:

Posta un commento